LA VERA BELLEZZA

NASCE DA UN PERCORSO INTERIORE

DOVE UN INTERVENTO SUL PROPRIO CORPO

RAPPRESENTA SOLO UNA TAPPA

ESSERE

O SENTIRSI BELLI

NON E' AFFATTO

LA STESSA COSA

Rinoplastica

25 anni setto rionoplastica funzionale estetica25 anni setto rionoplastica funzionale esteticaLa rinoplastica è un intervento chirurgico col fine di migliorare l'aspetto estetico del naso e quindi dell'intero volto. Il miglioramento si ottiene con la riduzione e il rimodellamento dello scheletro cartilagineo e osseo del naso. A causa di fattori individuali, quali le dimensioni iniziali dello scheletro sottostante, lo spessore e la capacità di retrazione della cute, il miglioramento varia da individuo a individuo.

PREPARAZIONE PRE-OPERATORIA

Si raccomanda di eliminare il fumo o di ridurlo fortemente almeno una settimana prima dell'intervento, in quanto il fumo irrita le mucose nasali e rallenta i processi di guarigione. Evitare l'assunzione di aspirina o medicamenti che la contengono per due settimane prima dell'intervento e due settimane dopo. L'aspirina, interferendo con la coagulazione del sangue, causa sanguinamento e quindi può aumentare il rischio di complicanze. Si consiglia inoltre di evitare qualsiasi tipo di make-up al viso il giorno dell'intervento. Si consiglia alle pazienti in trattamento con contraccettivi orali di interrompere l'assunzione di tali farmaci un mese prima dell'intervento.

INTERVENTO

La rinoplastica si esegue in sala operatoria in anestesia generale oppure in anestesia locale con sedazione. La scelta del tipo di anestesia viene decisa con l'anestesista. Contrariamente a quanto ritenuto la rinoplastica non è un intervento doloroso. Le incisioni sono praticate all'interno del naso. La gobba, se presente, viene rimossa e le ossa nasali vengono fratturate alla base per poter essere avvicinate per ricostruire il dorso del naso. Vengono poi isolate le cartilagini del setto e le laterali e vengono ridotte quanto necessario per ottenere il rimodellamento della punta. Segue la medicazione con dei tamponi nasali e con l'applicazione di un gesso sul dorso per immobilizzare le ossa. A volte è necessario associare all'intervento di rinoplastica estetica la correzione del setto nasale deviato. Questo intervento viene eseguito attraverso le stesse incisioni praticate per la correzione estetica del naso.

COSA ASPETTARSI DOPO L'INTERVENTO

Nel primo giorno post operatorio presenza di lividi, edemi e un certo grado di gonfiore intorno agli occhi e al labbro superiore che raggiunge il suo massimo al secondo-terzo giorno dopo l'intervento per sparire poi lentamente nel giro di una settimana. E' opportuno evitare di soffiare il naso o di inspirare profondamente.
Dal settimo al decimo giorno non si noterà più alcun livido o gonfiore. A questo punto avrete una buona idea del risultato finale, sebbene il processo di guarigione può richiedere anche fino a sei mesi e durante questo periodo si noteranno dei progressivi miglioramenti. Per ottenere un definitivo assestamento della respirazione possono essere necessari anche tre mesi. Nel periodo immediatamente post-operatorio e nei primi giorni successivi è consigliata una dieta liquida e con alimenti morbidi e non molto caldi. Non ci sono problemi a viaggiare in aereo trascorsa una settimana dall'intervento. E' consigliabile, nell'immediato post operatorio e per almeno 30 giorni dall'intervento, evitare l'esposizione diretta al sole intenso, in quanto ne ritarderebbe la guarigione. E' consigliabile inoltre non indossare occhiali da sole o da vista per quattro settimane dall'intervento.
L'attività fisica può essere ripresa dopo un mese.

POSSIBILI COMPLICANZE

Le complicanze sono comuni a qualsiasi altro intervento chirurgico, ma in questo preciso caso sono rare e affrontabili senza eccessive difficoltà nella grande maggioranza dei casi. Quando intervengono, rispondono prontamente a un trattamento adeguato senza compromettere il risultato. Possibili complicanze possono essere di due tipi: quelle legate all'anestesia e quelle legate all'intervento. Per quanto attiene alle prime, possono essere anche gravi, ma sono molto rare nelle persone in buone condizioni generali. Le complicanze legate all'intervento, anch'esse rare, sono rappresentate da emorragie nasali, ematoma del setto, sanguinamento prolungato, infezione. Le infezioni sono molto rare nella chirurgia elettiva di oggi e rispondono con prontezza alla terapia antibiotica.

Utilizziamo cookies per migliorare il nostro sito web per svolgere delle operazioni essenziali al funzionamento. Consulta la nostra Privacy Policy

Accetto cookies da questo sito.